Alta1

META’ SINISTRA: Informazioni Generali

CODICE CLIENTE
Identifica il tuo codice personale univoco. Tienilo a portata di mano ogni volta che ci contatti: ci permetterà di darti velocemente tutte le informazioni di cui hai bisogno.

INTESTATARIO CONTRATTO
È l’intestatario del contratto, titolare degli obblighi e dei diritti relativi alla fornitura.

CODICE CONTRATTO
Identifica il tuo contratto di fornitura per una specifica utenza

INDIRIZZO FORNITURA
È l’indirizzo in cui fisicamente viene consegnato il gas ovvero l’indirizzo dell’allacciamento. Può essere diverso dall’indirizzo dell’abitazione o dell’azienda.

PDR
È un codice che identifica il Punto Di Riconsegna, cioè il punto fisico dove Tecniconsul Energia consegna il gas al cliente finale. Questo codice è univoco a livello nazionale: è sempre lo stesso anche se cambi fornitore. Se invece cambi casa, avrai un numero di PDR diverso.

CODICE REMI
È l’identificativo dell’impianto che serve il PDR.

TIPO OFFERTA
È il nome dell’offerta del mercato libero che hai sottoscritto.

DATA INIZIO CONTRATTO
È la data di entrata in fornitura, cioè il momento dal quale Tecniconsul Energia comincia a fatturare i tuoi consumi.

TIPO CLIENTE
È il tipo di cliente intestatario della fornitura. Il “cliente domestico” è un privato che in genere usa il gas per la propria abitazione e locali annessi. Negli “altri usi” sono ricompresi tutti i clienti con partita IVA.

 

META’ DESTRA: Dati Bolletta

DATI DI RECAPITO
Questo è l’indirizzo di spedizione della fattura. Il nome e cognome indicati servono solo per il recapito e possono essere diversi da quelli riportati a fianco. Assicurati che l’indirizzo sia corretto e comunicaci con tempestività ogni variazione per evitare ritardi e disguidi nella consegna della fattura. Se però non vuoi pensieri, registrati all’area clienti web e passa alla bolletta online: la consegna è immediata e sicura! Scegli la tranquillità e la semplicità.

IMPORTO DA PAGARE
È l’importo complessivo della fattura.

SCADENZA
È la data di scadenza del pagamento.

 

Centrale1

I Miei Consumi

CLASSE DEL MISURATORE
Indica la portata del misuratore. Le abitazioni con riscaldamento individuale hanno in linea generale contatori di classe G4 (sono i più piccoli).

COEFFICIENTE CORRETTIVO (C)
È il coefficiente che converte il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione, cioè gli standard metri cubi. Tale conversione permette che tu paghi solo per l’effettiva quantità di gas consumata in base alla pressione e alla temperatura di consegna. Il coefficiente è fissato dal Distributore locale che definisce le condizioni tecniche di erogazione del gas.

POTERE CALORIFICO SUPERIORE (P)
È il valore convenzionale che permette di fatturare in Smc alcune componenti di prezzo relative alla materia gas naturale che invece sono espresse in Giga/Joule.

TIPOLOGIA D’USO
Qui trovi il tipo di utilizzo. La terminologia deriva dalla normativa ed è standard

MATRICOLA DEL CONTATORE
È il codice che il produttore mette come identificazione del contatore. Generalmente si trova sotto un codice a barre.

CONSUMO FATTURATO
Sono gli standard metri cubi che effettivamente vengono fatturati in bolletta. Possono essere effettivi, stimati o entrambe le tipologie di consumo.

GRAFICO CONSUMI
Un semplice istogramma che visualizza a colpo d’occhio il consumo diviso mese per mese.

 

Bassa1

META’ SINISTRA: Riepilogo e importi fatturati

MATERIA GAS NATURALE
È l’importo richiesto a seguito delle diverse attività di approvvigionamento e commercializzazione svolte da Tecniconsul Energia per fornirti il gas. Per questa offerta del mercato libero, la voce è composta da:
– Prezzo (espresso in €/Standard metri cubi, ovvero Smc);
– Altre componenti così come stabilite dall’autorità per il mercato di tutela, ossia:
— Quota di vendita al dettaglio (QVD) suddivisa in una parte fissa espressa in €/anno e in una variabile in €/Smc;
— Oneri di gradualità (GRAD e QVDV) espressi in €/Smc.
Per maggiori dettagli invece sulle altre componenti applicate consulta il sito dell’autorità.

Per l’offerta del mercato libero Tariffa di Riferimento, il prezzo è aggiornato con cadenza trimestrale in base a quanto stabilito dalla Delibera dell’Autorità (AEEGSI) n. 196/2013 relativamente alla Componente Materia Prima per il Mercato di Tutela.

TRASPORTO E GESTIONE CONTATORE
È l’importo richiesto a seguito dei costi sostenuti dal distributore per:
– trasportare il gas attraverso la rete di distruzione nazionale e locale fino al tuo punto di fornitura;
– gestire il tuo contatore con i relativi dati di lettura.
Questi costi non dipendono da Tecniconsul Energia ma sono determinati dall’Autorità (AEEGSI) per tutti i venditori. Questa voce contiene le seguenti componenti:
– Quota trasporto (Qt) espressa in €/Smc e differenziata per le diverse aree del territorio nazionale;
– Tariffa di distribuzione e misura (τ1, τ3) suddivisa in una parte fissa (espressa in €/anno) e in una parte variabile (espressa in €/Smc) e differenziata per le diverse aree del territorio nazionale
– Componenti RS e UG1 espresse in €/Smc.

ONERI DI SISTEMA
È l’importo relativo alla copertura di costi per attività di interesse generale per il sistema gas, come ad esempio lo sviluppo delle fonti rinnovabili e progetti per il risparmio energetico. Questi costi non dipendono da Tecniconsul Energia ma sono determinati dall’Autorità (AEEGSI). Quindi questa voce contiene le stesse componenti previste per il mercato di tutela, ossia:
– Componenti GS, RE e UG3 espresse in €/Smc;
– Componente UG2 suddivisa in una parte fissa (espressa in €/anno) e in una parte variabile (espressa in €/Smc).

META’ DESTRA: Informazioni e Recapiti

CONTATTI
Questa sezione riporta tutti i riferimenti utili per restare in contatto con Tecniconsul Energia.

Pagina_2

DETTAGLIO IMPOSTE
Il totale dovuto per le imposte è una delle voci del “Riepilogo Importi Fatturati” in prima pagina. Questo riquadro mostra il dettaglio della loro applicazione, in particolare vengono indicate l’aliquota prevista dalla normativa fiscale, le quantità alle quali l’aliquota è applicata e l’importo dovuto. Con la bolletta del gas si pagano l’imposta di consumo, l’addizionale regionale e l’imposta sul valore aggiunto (IVA). Ti ricordiamo che le imposte non dipendono dalla società di vendita ma vengono da questa riversate allo Stato o alle Regioni secondo quanto previsto dalla normativa.

QUADRO LETTURE E CONSUMI
Le letture “Rilevate” (prese dalla società di distribuzione) e le “Autoletture” (comunicate dal cliente attraverso i canali indicati in prima pagina) sono letture effettive e danno luogo a eventuali conguagli. In mancanza di queste, in fattura vengono indicati i metri cubi stimati ovvero si stima quanto dovrebbe segnare il contatore ad una certa data. Di conseguenza i consumi fatturati in bolletta possono essere effettivi o stimati.

CONSUMO ANNUO
È il tuo consumo relativo a 12 mesi di fornitura. Se non abbiamo le letture effettive il dato si basa su stime. Se sei cliente da meno di un anno, invece del “Consumo annuo” il valore si riferirà al “Consumo da inizio fornitura” che appunto è il consumo rilevato o stimato da quando sei entrato in fornitura.

ALTRE PARTITE
In questo riquadro trovi il dettaglio di cosa ti è stato fatturato sotto la voce “Altre Partite” nella “Riepilogo Importi Fatturati” in prima pagina.

BOLLETTE NON PAGATE
In questa sezione è riportato il dettaglio delle fatture scadute e non pagate con relativo numero, scadenza e importo. La presenza di fatture è un dato su cui ti invitiamo a riporre la massima attenzione per evitare interruzioni del servizio.

INTERESSI DI MORA
Questo DATO è presente solo nel caso in cui ti siano stati addebitati interessi di mora per il ritardato pagamento di fatture precedenti. Gli interessi vengono applicati sulla base dei giorni di ritardo a partire dal giorno di scadenza applicando gli interessi di legge.

INFORMAZIONI UTILI
Questa sezione contiene numerose informazioni utili su molteplici argomenti: sui pagamenti come e dove effettuarli senza commissioni, come e quando richiedere una rateizzazione. Trovi anche le Comunicazioni dell’Autorità (AEEGSI) e, nel caso di aggiornamento dei corrispettivi dovuti, l’eventuale fonte normativa o contrattuale dalla quale derivano. Non possono mancare neanche delle preziose avvertenze sull’uso del metano e molto altro.

Bolletta 2.0

 

Informazioni presenti nella bolletta sintetica dell’elettricità

AEEGSI – Come leggere la tua bolletta

 

Voci di spesa
AEEGSI – Guida alla lettura delle voci di spesa